ERA COSI'
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IL MESTIERE PIU' ODIATO
 
La figura del boia è sicuramente quella più legata al disprezzo e alle superstizioni popolari. Già dall'antica Grecia esisteva questo mestiere, il quale veniva generalmente tramandato di padre in figlio. Il ragazzo iniziava ad addestrarsi facendo il "tirapiedi", nome derivante dal fatto che il suo compito era quello di appendersi di peso ai piedi dell'impiccato per velocizzarne la morte. Durante il medioevo anche al sesso femminile si permetteva di aiutare il boia (quasi sempre il marito) e tale compito consisteva principalmente nel frustare le donne condannate; era raro comunque che eseguissero delle condanne a morte, in quanto il lavoro del boia si considerava di tipo prettamente maschile. Le famiglie che facevano questo mestiere si odiavano a morte e al momento della loro morte, si seppellivano in disparte nel cimitero perché nessuno voleva far riposare i propri cari accanto a loro. 
 
(FAGR 23-09-2020)